... Viaggi in Alpi e Prealpi ...
:: HOME - VIAGGI :: ESCURSIONI / WEEKEND :: EVENTI :: PROSSIME PARTENZE :: GUIDE KAILAS
:: INFO & UTILITY
torna indietro

Alla scoperta del cuore delle Alpi, tra tradizioni, natura e geologia


Livello 2
Entriamo nel cuore delle Alpi Centrali, scoprendone la storia, le tradizioni agro-pastorali, la natura di bassa valle e di alta quota e la straordinaria geologia. Si parte da Chiavenna, in passato importante centro di passaggio e di controllo dei commerci tra Milano e la Svizzera, oggi scrigno di storia e di cultura della montagna, famosa per i suoi crotti, per le roboanti cascate, per le miniere di talco e di pietra ollare. Durante le passeggiate, facili e da seguire a passo lento ascoltando le spiegazioni e i racconti della Guida Kailas, scopriamo boschi selvaggi, assolati pascoli dove il tempo sembra essersi fermato, valichi di alta montagna, in passato utilizzati anche dai contrabbandieri e per finire attraversiamo riserve naturali acquatiche pagaiando in canoa. Incontriamo la gente che vive e lavora in montagna, che ci mostra i suoi segreti, i prodotti della montagna (formaggi e bresaole) e ci permette di respirare atmosfere indelebili attraverso i loro racconti. Scopriamo le rocce, interessanti, multicolori e diverse ... che includono una vasta gamma di minerali che assieme raccontano agli occhi esperti, come si sono formate le Alpi.
Nel cuore delle Alpi Liv.2
SCARICA IL PROGRAMMA DETTAGLIATO
In programmazione per il 2021
COSTO DEL SERVIZIO
€ 1050
vedi dettagli
QUOTA ISCRIZIONE
€ 30 (pratiche ufficio)
PERCHE' CON KAILAS
Ci muoviamo in un piccolo gruppo, accompagnati dalla Guida Kailas Nicolas Martinoli, geologo e nativo di queste valli. Scopriamo aree poco frequentate, al di fuori dalle rotte turistiche, ma allo stesso tempo scopriamo un territorio di grande fascino, ricco di storie, di natura e di geologia da raccontare.
 
  • Entriamo in modo esclusivo nella storia e nelle tradizioni delle Alpi, con un viaggio lento, che ci permette di assaporare tradizioni, atmosfere e ambiente e riportare a casa le emozioni che queste aree sanno garantire a chi le visita in questo modo.
  • Lavoriamo in modo diretto con rifugi e b&b a gestione familiare, scelti anche perchè i gestori amano proporre con passione le tipicità della cucina di montagna e della Val Chiavenna.
  • Con una Guida laureata in geologia ed esperto di ambiente e tradizioni, viaggiamo in modo consapevole e sostenibile.
Covid-19
SICUREZZA IN VIAGGIO
SCOPRI DI PIU'
TIPOLOGIA: Geologia, natura e tradizioni
GUIDE: Guida Kailas geologo Nicolas martinoli
GRUPPO: minimo 6 e massimo 10 partecipanti
PERNOTTAMENTO: Hotel e rifugio
 
ITINERARIO IN BREVE:
G1 – Antichi crotti, Marmitte dei Giganti e le "Trone" di Pietra Ollare. Ritrovo a Chiavenna (raggiungibile anche con FS), cittadina di montagna con un bellissimo centro storico considerato la “Chiave delle Alpi”, in quanto cresciuto durante i floridi commerci sin dal Medioevo. Entriamo a piedi nel parco Marmitte dei Giganti: una foresta che è cresciuta sulle rocce montonate lavorate dai ghiacciai. Con il geologo che ci accompagna osserviamo i segni della glaciazione e allo stesso tempo alcune interessanti incisioni rupestri medievali fino a raggiungere le miniere dove venivano estratte le importanti "trone di pietra ollare" ed altri materiali molto utilizzati in passato. Scendendo nel paesino di Prosto di Piuro abbiamo l’opportunità di visitare il laboratorio dell’unico artigiano che ancora oggi lavora la pietra ollare con le tecniche antiche. Imperdibili, rientrando verso Chiavenna, gli scorci degli antichi edifici e dei ponti sul fiume Mera, Piazza Castello e per finire in bellezza scopriamo cosa sono i mitici crotti della Val Chiavenna assaggiando un calice di vino nelle tipiche grotte. Dopo la cena (valutiamo assieme se cenare in un crotto o in altri ristoranti tradizionali) raggiungiamo un terrazzo panoramico su Chiavenna, dove alloggiamo nella Vecchia Scuola del paese, adibita recentemente a elegante B&B. Cena libera

G2 – Dalla Pompei delle Alpi fino al villaggio perduto di Savogno. Oggi scopriamo Borgonuovo di Piuro, sorto sui detriti di una enorme frana che nel 1618 seppelli’ l’antica città di Piuro. Oggi possiamo vedere interessanti scavi archeologici, che hanno messo in luce le rovine di “Belfort” e altre testimonianze di questa “Pompei delle Alpi”. Proseguiamo il nostro cammino risalendo il sentiero panoramico che costeggia le grandiose Cascate dell’Acquafraggia, imponenti e spettacolari, la cui parte finale si divide in un doppio salto, un vero spettacolo della natura che grazie alla conoscenza della nostra Guida, osserveremo da diversi punti di vista esclusivi. Continuando la nostra passeggiata raggiungiamo il villaggio di Savogno, uno stupendo esempio di architettura di montagna, abitato in maniera costante fino agli anni ’70 e ora utilizzato dalle famiglie originarie durante le vacanze estive. L’omonimo rifugio è il nostro alloggio in questa atmosfera magica con un panorama sulle luci di Chiavenna. Cena e pernottamento in rifugio. HB

G3 – Le montagne giganti: Pizzo Badile e Pizzo Cengalo. Scendiamo con il nostro mezzo dal villaggio montano di Savogno per entrare in Svizzera e raggiungere un'altro paese di pietra, con architetture leggermente differenti e con vista sul Pizzo Badile e sul Pizzo Cengalo, annoverati tra i panorami più belli delle Alpi. Nel pomeriggio ci spostiamo in Valle Spluga, dove con una facile passeggiata raggiungiamo il Lago di Niemet, circondato da belle montagne e rocce montonate, con un panorama superbo sulla valle sottostante. Quì dormiamo al Rifugio Bertacchi assaggiando l'ottima cucina dell'appassionato gestore-cuoco. HB

G4 – Una passeggiata ci porta in Svizzera, dal Lago di Niemet alle foreste. La mattinata è interamente dedicata all’attraversata della Val di Niemet: antica via di contrabbando, perché divisa dai due confini. Svalichiamo in Svizzera e scendiamo per pascoli incontrando alcune baite e i vecchi ricoveri militari, circondati da un panorama aperto e affascinante. In bassa valle entriamo nella rigogliosa foresta di cembri e attraversandola raggiungiamo l’abitato di Innerferrera, dove respiriamo una particolare atmosfera d'oltralpe. Mentre ammiriamo le architetture tradizionali e ci rinfreschiamo con una birra, ci raggiunge il nostro mezzo, con i bagagli per la notte. Notte in albergo-rifugio e cena tradizionale. HB

G5 – La Val di Lei un fiordo nel cuore delle Alpi. Percorriamo la sterrata che costeggia il Lago di Lei, per raggiungere i pascoli dove i pastori saranno orgogliosi di mostrarci l’arte del casaro e i loro prodotti: il bitto, il val di Lej e il burro ... estremamente genuini ! Nel pomeriggio rientriamo in Italia, ridiscendendo la Valle di Hinterrein, caratterizzata da cascate e forre di acque cristalline in un ambiente di foreste rigogliose. Raggiungiamo il Passo dello Spluga dove ci aspetta qualche breve digressione a piedi per ammirare le sue montagne, il Pizzo Tambò e il Pizzo Stella e ascoltare qualche altra interessante spiegazione sull'importante geologia che caratterizza questa vallata. In serata raggiungiamo il Lago di Novate Mezzola, sistemazione in agriturismo e cena. HB

G6 – La Val Codera, simbolo di wildernes e paradiso mineralogico. Il nostro trekking di 2 giornate parte da dove finisce la strada carrabile e inizia il famoso Tracciolino della Val Codera, che corre lungo pareti rocciose e gallerie. Il sentiero prosegue dentro e fuori dalla montagna, solcando avvallamenti secondari fino al villaggio di Codera. Qui scopriamo una realtà particolare: si tratta infatti di un villaggio non servito da una strada e quindi raggiungibile solo a piedi o in elicottero, ad oggi ancora abitato tutto l’anno da un paio di famiglie, una situazione davvero unica. Proseguiamo nella valle, salendo tra panorami di montagna, alpeggi e aeree cascate. Sullo sfondo le pareti di granito che hanno fatto la storia dell'alpinismo lombardo. Raggiungiamo il rifugio Brasca, dove passiamo la notte circondati da un'atmosfera incantata. Cena in rifugio. HB

G7 - Dai panorami di alta quota alle rocce montonate di bassa valle. Ripercorriamo per un tratto il sentiero di salita, per poi scendere lungo il percorso diretto che da Codera scende a Novate Mezzola, con bei panorami sul suo ampio e tranquillo lago. Una volta raggiunto il fondovalle ci aspetta il nostro minibus con il quale raggiungiamo la Riserva Naturale del Pian di Spagna, sulla sponda opposta del lago. Notte in B&B e cena libera.

G8 –In canoa sul lago di Novate Mezzola. Giornata in Canoa sul Lago di Novate Mezzola. Di buon mattino iniziamo una facile escursione sull'acqua circondati dai panorami delle Alpi e immersi nella Riserva Naturale del Pian di Spagna. Dopo un primo briefing per condurre le canoe, imparando a manovrarle sulle placide acque del Laghetto di Dascio, ci muoviamo silenziosi esplorando le sponde e i canneti della riserva. Qui nidificano diverse specie di uccelli stanziali e migratori, rendendo queste paludi uno spot sublime per il birdwatching.

SCARICA IL PROGRAMMA DETTAGLIATO
RICHIEDI INFORMAZIONI
Canoe Base Kailas
Potrebbe interessarti anche...