Escursioni e Weekend con Guide Kailas ...
:: HOME - VIAGGI :: ESCURSIONI / WEEKEND :: EVENTI :: PROSSIME PARTENZE :: GUIDE KAILAS
:: INFO & UTILITY
torna indietro

Cadore - Le Dolomiti di Tiziano

3 Giorni
Tre giornate tra le valli del Cadore in cui alterniamo una facile escursione con alcune visite a dei luoghi particolarmente interessanti per approfondire la storia e la cultura di queste valli.

Scopriamo le tracce della storia e l'incanto della natura ai piedi di montagne severe e maestose.
Date in programmazione:
31 Maggio,
11 Giugno
Regione:   Veneto
Località:   Dolomiti del Cadore
Ritrovi, luogo e orario:   Domegge di Cadore (BL), h 10.00
Impegno / difficoltà:   Escursionismo
Tempi di percorrenza e dislivello:   Escursione di mezza giornata, circa 4 h, Dislivello: 500-700 metri
Costo:   €  70.00 a persona
Accompagnatore:   Andrea Pasqualotto, Guida GAE
Informazioni & iscrizioni:   andrea@kailas.it - +393403486821
SCOPRI DI PIU'
La quota comprende:   Organizzazione e accompagnamento da parte della Guida Kailas
Non comprende:   Pasti e Pernottamenti (Al momento dell'iscrizione verranno fornite indicazioni al riguardo)
Numero partecipanti:   min 4 e max 12
Programma:
La primavera nelle Dolomiti arriva con calma, quando in pianura già si parla d’estate. La primavera nelle Dolomiti arriva però in maniera sorprendente, con la natura che esplode dei colori dei fiori e del verde intenso degli alberi.
Le macchie di neve in alto sulle montagne riflettono la luce del sole ormai alto nel cielo ed aumentano il contrasto, mentre l’acqua dei ruscelli e dei torrenti scorre copiosa.
I visitatori sono ancora pochi, ed è un buon momento per percorrere sentieri che si addentrano tra i paesi, i boschi ed i prati al sole, la montagna autentica e vissuta da chi trascorre nelle Dolomiti tutto l’anno.
Le terre ladine sono il cuore storico e culturale delle Dolomiti, dove è ben presente la stratificazione di tutta la colonizzazione umana di queste montagne.

Due giornate in cui alterniamo una facile escursione con alcune visite a dei luoghi particolarmente interessanti per approfondire la storia e la cultura di queste valli.

Prima giornata - Un forte tra le nuvole
Raggiungiamo Forcella Cibiana dove inizia la nostra salita verso la cima del Monte Rite, uno spettacolare punto panoramico su buona parte del Cadore e delle famose montagne che lo coronano. Una comoda mulattiera militare ci permette di raggiungere agevolmente i 2200 metri della cima. In questo magnifico luogo raccontiamo gli eventi della Prima Guerra Mondiale che hanno coinvolto le Dolomiti. Nel pomeriggio facciamo una sosta a Cibiana di Cadore, per ammirare alcuni degli oltre 50 murales che adornano le case tradizionali del paese.

Seconda giornata – Un eremo nei boschi
Da Domegge di Cadore attraversiamo la valle del Piave e saliamo tra i boschi fino a raggiungere l'Eremo dei Romiti, un privilegiato balcone panoramico sul Centro Cadore, costruito nel XVIII secolo, ed ora sapientemente restaurato. Intorno a noi ammiriamo alcune della valli più selvagge delle Dolomiti, un'ottima occasione per raccontare una parte della storia geologica di queste montagne, riconosciute Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

Terza giornata - Un altopiano tra le rocce
Raggiungiamo il Pian dei Buoi dove, con una facile escursione percorriamo alcuni sentieri che ci portano tra boschi, prati assolati e forti militari, a scoprire un territorio prezioso per la popolazione dei paesi vicini, che proprio su questi pascoli portano ancora gli animali durante l'estate. Siamo ai piedi delle Marmarole, le montagne che sembrano comparire sullo sfondo dei dipinti di Tiziano, che proprio ai piedi di queste montagne è nato, prima di trasferirsi a Venezia. Nel pomeriggio ci rechiamo a Pieve di Cadore, il borgo principale della valle, per vedere da vicino il paese dell'artista.

La Guida è a disposizione per fornire tutte le indicazioni per i pernottamenti, per la logistica e gli orari di ritrovo.
La guida racconta:
Le Dolomiti del Cadore offrono spunti per raccontare la storia, la natura e la geologia di queste celebri montagne

Qui le tradizioni sono ancora ben presenti e vissute, case e borghi conservano ancora tratti dell'architettura tradizionale, basata sul sapiente utilizzo di legno e pietra.

A primavera inoltrata la natura rigogliosa da il meglio di sè, ed abbiamo l'opportunità di conoscere alcune specie floristiche e gli adattamenti alle difficili condizioni climatiche dell'alta montagna.

I sentieri che percorriamo e le montagne che ci circondano ci raccontano della grande storia geologica delle Dolomiti, che ha portato al riconoscimento di queste montagne come Patrimonio Mondiale dell'Umanità.