Tour sulle Dolomiti ...
:: HOME - VIAGGI :: ESCURSIONI / WEEKEND :: EVENTI :: PROSSIME PARTENZE :: GUIDE KAILAS
:: INFO & UTILITY
torna indietro

Dalle Alpi all’Adriatico - viaggio alla scoperta del Friuli Venezia Giulia


Livello 1
Con questo viaggio vogliamo esplorare una terra di frontiera per eccellenza, capace di rivelare i tratti delle tre principali aree culturali europee: quella latina, quella slava e quella germanica. Le ricchezze di un patrimonio storico-artistico di valore assoluto tra cui le cittadine patrimonio UNESCO di Cividale, Palmanova ed Aquileia immerse in un paesaggio naturale unico. Dalle colline del Carso prende infatti il nome il carsismo, un fenomeno geomorfologico che crea delle autentiche sculture naturali, mentre le catene delle Alpi Giulie e Carniche incorniciano un paesaggio montano che vale la pena esplorare. Oltre alle rocce calcaree e alle colline coperte di vigneti, completano l’affresco i paesaggi d’acqua. Tagliamento ed Isonzo sono arterie vitali che marcano la storia, oltre che la geografia di questo territorio, mentre il luccichio della laguna di Marano e l’orizzonte che si perde nell’Adriatico ricordano che proprio qui il Mediterraneo si avvicina al cuore dell’Europa.
SCARICA IL PROGRAMMA DETTAGLIATO
DATE DI PARTENZA
24 Aprile,
29 Maggio,
12 Giugno,
18 Settembre,
16 Ottobre
COSTO DEL SERVIZIO
€ 1.430
vedi dettagli
ISCRIZIONE
30 € (include pratiche d’ufficio)
PERCHE' CON KAILAS
si viaggia con un piccolo gruppo di massimo 8 partecipanti accompagnati da una Guida Kailas (italiana laureata in scienze-geologia) che ci aiuta a scoprire i più interessanti aspetti geologici, naturalistici e culturali di questa regione, con facili spiegazioni e con belle passeggiate. Non poteva quindi mancare nella nostra programmazione un itinerario che toccasse i principali luoghi di interesse del Friuli, insieme ad altri più nascosti e ricercati scelti dalle nostre guide. Grazie ad un’organizzazione puntuale esploriamo questo territorio a piedi, in bicicletta ed in barca, per conoscere e scoprire questa regione da diversi ed originali punti di vista.
 
  • Coinvolgiamo direttamente strutture a gestione familiare per sostenere l’economia locale. Acquistiamo prodotti e vi accompagniamo in strutture che valorizzano la produzione agroalimentare locale.
  • L’uso di un unico mezzo di trasporto di gruppo genera un minor impatto, in termini di emissioni e di traffico, rispetto allo stesso itinerario effettuato privatamente con tante macchine.
  • Con una Guida Kailas esperta dell’ambiente, promuoviamo una cultura scientifica ed ecologica consapevole di quello che si osserva, per non fermarsi ad un'esperienza puramente estetica del paesaggio. Sono ben 4 i siti UNESCO che raggiungiamo con il nostro itinerario.
SCOPRI DI PIU'
TIPOLOGIA: Geoturismo, natura e cultura
GUIDE: Guida italiana del team Kailas
GRUPPO: Minimo 6 massimo 8 partecipanti
PERNOTTAMENTO: Hotel / B&b
 
ITINERARIO IN BREVE:
G1 Il Carso e la valle dell’Isonzo. Il nostro viaggio inizia e termina da Trieste, la città dove la cultura mitteleuropea si protende ad abbracciare il mare. Oggi però lasciamo subito la costa per addentarci nel Carso, il calcareo entroterra al confine con la Slovenia. Il Carso, oltre ad aver dato il nome ad un particolare fenomeno geologico, è stato anche uno dei teatri più drammatici della Prima Guerra Mondiale.

G2 Cividale e le valli del Natisone. Proseguiamo verso nord per visitare la cittadina di Cividale, le cui testimonianze di epoca longobarda hanno portato al riconoscimento del centro storico tra i Patrimoni dell’UNESCO. Dedichiamo la mattinata in particolare alla visita dei luoghi più significativi della città. Nel pomeriggio ci addentriamo lungo le valli del Natisone con una facile escursione in bicicletta, nella cosiddetta Slavia friulana, terra delle leggendarie Krivapete e della speciale Gubana.

G3 Le Alpi Giulie. Dalle Prealpi ci dirigiamo decisamente verso le montagne, per la seconda parte del viaggio alla scoperta delle Alpi Giulie. Superiamo Tarvisio e raggiungiamo la valle ai piedi del Mangart, dove si trova il complesso dei Laghi di Fusine. Con una bella escursione percorriamo il periplo dei due laghi principali e saliamo in direzione dell’imponente parete settentrionale del Mangart.

G4 Le valli della Carnia. In comune con il Carso ha la stessa radice lessicale, con le Giulie una parte della storia geologica, con le vicine Dolomiti la morfologia di alcune cime, tuttavia la Carnia testimonia una sua natura peculiare. Abbiamo scelto di esplorare la Val Pesarina, dove con una facile passeggiata attraversiamo alcuni borghi dove si conservano le architetture tradizionali. Saliamo quindi in auto fino a Sauris, un microcosmo germanofono colonizzato nel XIII secolo da genti tirolesi.

G5 I siti UNESCO di Palmanova e Aquileia. Dopo due giorni immersi nella natura delle splendide montagne friulane discendiamo lungo la Valle del Tagliamento, l’arteria fluviale principale del Friuli, in direzione dell’Adriatico. Lungo la nostra discesa incontriamo due interessanti città della regione. Raggiungiamo Palmanova, un’autentica idea progettuale di città, con la sua forma di stella a 9 punte, con le 3 strade che convergono verso la Piazza Grande. Proseguiamo quindi verso l’area archeologica di Aquileia.

G6 Una giornata per esplorare la laguna di Marano. Il modo migliore per entrare in contatto con il singolare ambiente naturale e con il paesaggio culturale della laguna di Marano non è dalla terraferma ma da una prospettiva marina. Oggi, partendo dal paese di Marano Lagunare con una bella escursione in barca visitiamo l’oasi naturalistica della foce del fiume Stella.

G7 Verso Trieste. Completiamo il nostro viaggio facendo ritorno al punto di partenza, la città di Trieste. Lungo la strada approfittiamo per visitare la Grotta Gigante. Si tratta di una cavità naturale scavata nei teneri calcari dal lavoro delle acque sotterranee che ben spiega il fenomeno del carsismo. L’enorme sala principale, alta circa cento metri, sarebbe capace di contenere in termini di volume l’intero Duomo di Milano.

G8 Da Trieste a Miramare. Dal centro della città saliamo su un vecchio tram che, anche grazie all’ausilio di una funicolare, permette di raggiungere una panoramica collina a 300 metri sul mare. Da qui percorriamo la strada Napoleonica, che ci offre splendide vedute sulle montagne e sulla città. Proseguiamo la bella passeggiata scendendo di nuovo al mare, direttamente nel parco del Castello di Miramare.

G9 Rientro a casa. Tempo libero per un’ultima passeggiata in città o per intraprendere il viaggio verso casa.
SCARICA IL PROGRAMMA DETTAGLIATO
RICHIEDI INFORMAZIONI
Potrebbe interessarti anche...