... Viaggi su misura in Islanda ...
:: HOME - VIAGGI :: ESCURSIONI / WEEKEND :: EVENTI :: PROSSIME PARTENZE :: GUIDE KAILAS
:: INFO & UTILITY
torna indietro

Scoprire la bellezza dell'Islanda in inverno

DURATA (modificabile)
8 giorni
PERIODO CONSIGLIATO
da ottobre ad aprile
Con questo itinerario di 8 giorni avrete la possibilità di immergervi in un'esperienza unica e completa del sud dell'isola e della penisola dello Snaefellsness, passando dai panorami più conosciuti dell'Islanda quali i geyser, la Laguna glaciale, le numerose cascate che contraddistinguono queste zone, per concludere il tour nella penisola resa famosa da Jules Verne con il suo romanzo "Viaggio al centro della terra". La penisola offre panorami di spiagge isolate, e paesini di pescatori. Da gennaio a marzo è possibile qui avvistare le orche a Grundafjordur.

L'itinerario proposto è modificabile secondo le esigenze ed i gusti dei viaggiatori
Islanda Sud inverno su misura
QUOTA INDIVIDUALE
in camere con servizi privati
Base 2 partecipanti: € 1.050 + volo
Base 4 partecipanti: € 950 + volo
vedi dettagli
ISCRIZIONE
€ 50
COSTO MEDIO DEI VOLI
a partire da € 200
TIPOLOGIA DI VIAGGIO:   fly & drive su misura
ALLOGGI:   2 pernottamenti in Hotel a Reykjavik o Keflavik e 5 notti in Guesthouse con servizi privati
SCOPRI DI PIU'
RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI
ESEMPIO DI ITINERARIO PROPOSTO IN BASE ALLA NOSTRA ESPERIENZA:
G1: Italia- Keflavik
Partenza dall' aeroporto prescelto con volo per l’aeroporto internazionale di Keflavik. Ritiro dell’auto a noleggio e pernottamento in zona aeroportuale.

G2: Keflavik - Vik
Partenza in direzione di Vik famoso per le scogliere di Dyrholaey dove, con un po’ di fortuna, si possono avvistare i particolari puffin e le spiagge di sabbia nera dove è consigliato passeggiare in relax. Lungo la strada si incontrano un paio di bellissime cascate , la Seljalandafoss, famosa perchè è possibile seguire un piccolo sentiero che passa dietro al fronte d'acqua cadente e la Skogafoss, sul cui lato si sale e si ha la visione del panorama dall'alto. Un curioso piccolo museo dedicato all’eruzione dell’Eyjafjallajokull introduce al panorama di vulcani che aspetta chi affronta un viaggio in Islanda.

G3: Vik - Jokullsarlon
La tappa di oggi porta a visitare una delle più fotografate cascate d'Islanda, la Svartifoss (la cascata nera, incorniciata da bellissime colonne di basalto) , raggiungibile da Skaftafell con una bella cammninata all'interno del Parco Nazionale del Vatnajokull sotto all'omonimo ghiacciaio che è il più grande d'Europa Ci si sposta poi verso la Jokullsarlon , una laguna glaciale che sfocia in mare. Per effetto della corrente alcuni iceberg vengono portati sulla vicina spiaggia nera, creando un meraviglioso contrasto cromatico.

G4: Jokullsarlon - Golden Circle
Giornata di ritorno sulla strada 1 fino ad arrivare in zona Golden Circle/Laugarvatn. Consigliato un bagno in una delle piscine della zona o alla Laugarvatn Fontana aperta anche di sera per godere della vista dell'Aurora Boreale.

G5: Golden Circle - Snaefellsness
Partenza per la penisola dello Snaeffelness. La penisola deve il suo nome al vulcano Snaeffel famoso per essere la porta d'ingresso al centro della terra narrata nel romanzo di Jule Verne. Un ghiacciaio copre la cima di questo vulcano, alto 1446 mt. Spiagge e promontori si alternano a montagne e graziosi paesini di pescatori sul mare. La costa offre riparo a migliaia di uccelli migratori che nidificano sulle scogliere a picco sul mare.

G6: Snaefellsness
Giornata dedicata all' esplorazione della penisola dello Snaefellness (il vulcano del "viaggio al centro della terra") con le sue spiagge di sabbia gialla, i trekking a piedi sulla cima del vulcano circondati dal mare e a cavallo, le escursioni in motoslitta sul ghiacciao Snaefellsjokull o in barca partendo dal porto di Olafsvik per osservare le le balene e se fortunati anche le orche.

G7: Snaefellsness - Reykjavik
Giornata di esplorazione della penisola. Spiagge e promontori si alternano a montagne e graziosi paesini di pescatori sul mare. La costa offre riparo a migliaia di uccelli migratori che nidificano sulle scogliere a picco sul mare. Passaggio per Borgarnes , piccolo borgo di pescatori ormai diventato la più grande comunità costiera dell'Islanda. La strada verso Reykjavik percorre la costa Ovest dell'isola, tagliando la morfologia naturale dei fiordi grazie un tunnel sotterraneo che attraversa il Hvalfjordur.

G8: Reykjavik - Italia
Consigliato un ultimo bagno in piscina a Reykjavik o alla famosa Laguna Blu. Trasferimento all’aeroporto di Keflavik e riconsegna dell’auto ,partenza con volo di rientro in Italia.





NOTE TECNICHE SUL PAESE E SUL CLIMA:
DOCUMENTI: Passaporto/carta d'identità valida per l'espatrio. Dal 2001 l'Islanda fa parte dell' area Schengen. I documenti di viaggio e di riconoscimento accettati sono il passaporto o la carta d'identità (valida per l'espatrio), che devono essere validi per tutto il periodo di permanenza in Islanda. Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, dovranno essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, di carta d’identità valida per l’espatrio o di altro documento equipollente. Il certificato di nascita valido per l'espatrio rilasciato dal comune e timbrato dalla Questura non è riconosciuto come valido documento d'ingresso in Islanda.

Per il noleggio auto viene richiesta una carta di credito a garanzia intestata al guidatore (circuiti preferiti Visa o Mastercard, No Poste pay, no prepagate, no bancomat)

 

Islanda inverno