Viaggi nell' Italia appenninica ...
:: HOME - VIAGGI :: ESCURSIONI / WEEKEND :: EVENTI :: PROSSIME PARTENZE :: GUIDE KAILAS
:: INFO & UTILITY
torna indietro

Trekking lungo la Rota Ligure: il percorso di Levante


Livello 4
Una proposta originale e innovativa, costruita dalle Guide Kailas che vivono in Liguria e si muovono da anni collegando sentieri e scoprendo angoli segreti. A nostro parere è nato così un trekking appenninico tra i più interessanti, ricchi e vari, che abbina le montagne al mare, vantando una varietà enorme di paesaggi e ambienti. Questo itinerario collega alcuni tra i più famosi percorsi tra cui il Cammino dell’Alleanza, la Via del Sale, l’Alta Via Ligure, il Sentiero Verde e Azzurro, tra parchi terrestri regionali, riserve marine e molteplici luoghi segreti. Inoltre, accompagnato con esperienza e passione da Christian, l’escursionista effettua un viaggio nella storia, dalla tradizione dell’antica Roma, a quella barbarica, dall’epoca Medievale alla storia dei tempi recenti in cui questi luoghi sono stati abitati da chi produceva importanti beni di consumo da una terra irta e selvaggia. La guida non racconta soltanto il passato, ma anche il presente, mostrando i sentieri e i luoghi nascosti della tradizione degli sport outdoor della Liguria, che sono stati riqualificati volontariamente, anno dopo anno. Gli scorci celati si mescolano con gli incantevoli paesaggi e lo spettro dei profumi: al piacevole camminare si miscela la buona cucina locale, da gustare trattorie tradizionali, selezionate per voi dalla nostra esperienza.
Liguria trekking Rota di Levante 1
DATE DI PARTENZA
15 Maggio
COSTO DEL SERVIZIO
1020 €
vedi dettagli
ISCRIZIONE
30 €
PERCHE' CON KAILAS
Si viaggia in pochi, 6 massimo 8 partecipanti accompagnati con esperienza da una Guida Kailas che in questi luoghi vive e lavora nel mondo dell’outdoor a 360°. Un trekking di montagna e di mare al contempo, per scoprire che alcuni luoghi, a poca distanza da casa nostra, sono tra i più interessanti del mondo. Il percorso è estremamente vario nei paesaggi con tappe intense, ma mai troppo lunghe, gestibili anche grazie ai confortevoli pernottamenti non in tenda.
 
  • L'accesso e il rientro per questo viaggio sono possibili mediante treno o mezzo di linea il cui impatto aggiuntivo è quindi pari a zero emissioni.
  • Il viaggio stesso è sostenibile e si svolge a piedi, permettendo la diffusione della cultura senza impatto sull'ambiente: anche in questo caso "carbon zero".
  • Il trekking tocca aree sconosciute al grande pubblico: portare economia verde nelle vallate depresse permette la continuazione e diffusione della cultura locale, ancora prevalentemente orale, e il benessere delle zone interessate.
  • Parte degli alimenti consumati durante il tragitto sono "a km zero": ciò favorisce lo sviluppo della produzione autoctona, soppressa dalla grande distribuzione; un fiore all'occhiello per la cultura italiana e regionale e una fonte di sostentamento per le maestranze locali.
L'importanza di preparare bene un viaggio di questo tipo
TRAINING ADEGUATO - Con le Guide Kailas Christian e Luca, trainer professionisti, puoi programmare le fasi di preparazione adatte alla tipologia di impegno previste e personalizzate rispetto al tuo livello iniziale.

E' fondamentale cominciare l'allenamento con le tempistiche giuste prima della partenza, consigliamo quindi, se interessati, di contattare direttamente le Guide Kailas: christian@kailas.it - lucacolli@kailas.it

USCITE IN MONTAGNA – Nei viaggi livello 5 eXtreme abbiamo già incluso nel prezzo del pacchetto di viaggio alcune uscite in montagna qui in Italia, in modo che l'accompagnatore possa conoscere i partecipanti, il loro livello e programmare assieme gli step di allenamento.

MEDICINA DI MONTAGNA – È importante valutare le proprie condizioni fisiche attraverso una visita medica approfondita, svolta da un medico dello sport, meglio ancora se esperto di medicina di montagna. Con il Team Kailas collabora il Dr. Luigi Vanoni, medico chirurgo, master in Medicina di Montagna, esperto sulle problematiche e nella preparazione di chi frequenta la montagna e l’alta quota. Con il Dr. Vanoni è possibile prenotare oltre ad una visita medica, anche una serie di test medici e di valutazione funzionale rivolta a valutare lo stato fisico prima e durante il periodo di preparazione. E-mail: luigi-vanoni@libero.it
SCOPRI DI PIU'
TIPOLOGIA: Trekking tra storia, montagna e mare
GUIDE: La Guida Kailas Christian Roccati, storico e guida ambientale
GRUPPO: Minimo 6 e massimo 10 partecipanti
PERNOTTAMENTO: Hotel/B&B
 
INFORMAZIONI GENERALI:
Il viaggio è di per sé una bella avventura. Inoltre è possibile connetterlo con il trekking: "Profumi di Liguria: le 5 Terre (T2)". Questa combinazione crea un trait d'union che collega tutta la liguria di Levante, da Genova a La Spezia, evitando il più classico percorso dell'Alta Via, ricercando le zone più segrete senza perdersi il piacere delle aree conosciute e leggendarie.

E' inoltre possibile acquistare alcune estensioni come la visita iniziale all'Acquario di Genova e al Museo del Mare (Galata). Per chi voglia rimanere in area è anche possibile acquistare pacchetti di escursioni giornaliere o su più giorni nel territorio limitrofo o giornate di arrampicata sulle falesie di cui il litorale e il primo entroterra liguri sono costellati.

Si ricorda che questo programma rientra nel progetto EXTREME TEAM: è possibile prepararsi preventivamente mediante corsi e Week End visibili su questo sito. La guida Kailas di riferimento Christian Roccati (christian@kailas.it) è consultabile nello specifico per trovare la soluzione migliore.
 
ITINERARIO IN BREVE:
G1 Inizia il trekking, da Genova a Creto (605 m): la guida vi dà il benvenuto: giornata non è lunga, quindi possiamo goderci l’atmosfera del centro storico. Iniziamo il nostro cammino risalendo le stradicciole che raggiungono la prima grande cinta muraria. Si superano gli spettacolari forti Castellaccio, Sperone, Puin, Fratello e Diamante (624 m), mentre la guida racconta...

G2 Attraverso le montagne, Creto- Rifugio Casa di Bea. La luce del primo mattino ci sveglia insieme al cantico degli uccelli; l’escursione inizia su un buon sentiero che attraversa il bosco delle Fate, una incantevole faggeta multifusto, e valica la gola di Sisa (730 m), tra antiche argille rosse, pascoli di manzi, e antiche strafie, le teleferiche che prelevavano l’acqua dal bacino di Val Noci. Si prosegue sulla mezzacosta dei monti Alpesisa, ...

G3 Crinali e pareti verso il mare, Casa di Bea - Canepa. Come viandanti di tempi passati riprendiamo il cammino valicando il crinale di Sant’Alberto mentre la guida ci racconta la sinergia storica tra l’uomo, l’ambiente e il passaggio, tra la cultura romana e “barbarica”. Osserviamo i boschi di latifoglie, la tradizione del castagno e la geologia con la formazione dell’Antola e le imponenti stratificazioni rocciose di marna. Si oltrepassano le vallette dei monti Bado (911 m) e Becco (894 m), tra le felci e i crinali frequentati da cavalli bradi, ...

G4 Tra villaggi di marinai e pescatori, da Canepa a Camogli. La mattina è fresca e i passi iniziano in discesa per le creuze medievali che conducono all’abitato di Sori. Dopo una buona seconda colazione si procede sino al santuario di Sant’Apollinare, al sentiero che dal crinale di poggio Montone conduce a S.Uberto e alla statua del Redentore: non resta che lasciarsi scivolare sino al mare presso il borghetto di Recco, “patria” della più antica focaccia. Il nostro percorso procede sulla strada litoranea utilizzata dai pellegrini in cammino e raggiunge il caratteristico villaggio di Camogli. ...

G5 I due volti del Promontorio, Camogli – Portofino - Rapallo: il trekking prosegue con la traversata integrale dello storico monte di Portofino attraverso il sentiero delle antiche batterie da guerra, in vista della suggestiva Punta Chiappa, oltre il passo del Bacio. Si procede superando vallette selvagge al cospetto della torretta Salvo d’Acquisto fino al leggendario eremo di S.Fruttuoso, ...

G6 Nuovamente in montagna, nuovamente al mare, da Rapallo a Chiavari. Si prosegue abbandonando momentaneamente la costa per inoltrarsi nel primo entroterra, guadagnando il crinale che conduce al famoso santuario di Nostra Signora di Montallegro (612 m). La via procede nuovamente a cavallo dello spartiacque, in incantevoli boschi, da un lato affacciata sulla grande Val Fontanabuona,...

G7 Un sentiero tra il mare e il cielo, da Chiavari a Sestri: il settimo giorno di cammino è per noi quello di “riposo” in vista del rush finale. Intercettando il famoso Sentiero Verde e Azzurro, si supera il fiume Entella che giunge dalle vicine vallate montane che formano i torrenti Sturla, Lavagna e Graveglia, famose per molteplici zone di estrazioni minerarie, tra cui la famosa area dell’ardesia, ...

G8 A caccia di pareti segrete sul mare, da Sestri Levante a Moneglia. Il cammino ricomincia dopo essersi destati in uno dei borghi più suggestivi del Levante ligure. Brevemente s’intercetta il sentiero che conduce alle falesie di arenaria della celebre punta Manara e successivamente al bivacco di vetta, attraverso le sue sugherete (le uniche della Liguria). La guida racconta la storia dei semafori e delle navi affondate ...

G9 Rientro a Genova oppure è possibile continuare con il Trekking lungo la Rota Ligure: le Cinque Terre (Parte 2 di 2)

Note: è possibile acquistare l’estensione G0 su misura per chi volesse visitare Genova il giorno precedente alla partenza del trekking, fruire di...
RICHIEDI INFORMAZIONI
Potrebbe interessarti anche...