Escursioni e Weekend con Guide Kailas ...
:: VIAGGI :: ESCURSIONI / WEEKEND :: EVENTI :: PROSSIME PARTENZE :: GUIDE KAILAS
:: INFO & UTILITY
torna indietro

Alpesisa e Canate: escursione tra crinali selvaggi e villaggi fantasma

1 Giorno
Una bella escursione che raggiunge i punti più remoti e ameni del gruppo dell'Alpesisa. Tra pascoli, villaggi fantasma, crinali, vette e in vista di laghi e catene alpine, come liberi viandanti!
Date in programmazione:
22 Aprile
Regione:   Liguria
Località:   Alpesisa (Genova)
Ritrovi, luogo e orario:   San Martino di Struppa (Ore 9.30)
Impegno / difficoltà:   Escursionismo
Tempi di percorrenza e dislivello:   7h totali. Dislivello 750 m
Costo:   €  35.00 a persona
Accompagnatore:   Christian Roccati, Storico, Guida Kailas e Ambientale
Informazioni & iscrizioni:   christian@kailas.it
SCOPRI DI PIU'
La quota comprende:   Accompagnamento, spiegazioni e organizzazione da parte della Guida, suo emolumento e sue spese.
Non comprende:   Trasferimenti e tutto quanto non menzionato alla voce “la quota comprende”.
Numero partecipanti:   min 4 e max 10
Programma:
La guida accoglie i partecipanti a San Martino di Struppa, presso la chiesa e il capolinea dell'autobus. Dopo il check materiali e le spiegazioni relative alla sicurezza e al giro, si incomincia a camminare in tutta serenità.

Il racconto storico ambientale relativo al luogo comincia e, passo dopo passo, il percorso assume forma e colori. Le fioriture di narcisi trombone, crocus, primule, si miscelano alle bianche colorazioni dell'erica.

Il sentiero single track conduce a mezzacosa al paese sperduto di Canate, che ospitò, valligiani, resistenti, pirati e romantici eremiti. Il percorso continua sui crinali di monte Lago sino a Monte Alpesisa. La Val Bisagno si stende in tutto il suo sviluppo di fronte alla vista.

Cullati dalle magie, rurale e selvaggia, qui miscelate in una danza, si scende verso il crinale sud ovest che conduce ai pascoli di tori in vista della Gola di Sisa. Si procede quindi verso il lontano mare sino a tornare al punto di partenza.
Equipaggiamento:
La guida si confronterà con i partecipanti preventivamente alla gita.

Si richiede un abbigliamento standard da escursione a strati funzionali e nello specifico:
- maglietta traspirante (1° strato)
- pile (2° strato)
- piumino leggero (3° strato)
- guscio anti acqua (4° strato)
- borraccia da 1 litro
- scarpe da escursione con suola anti scivolo o scarponcini leggeri
- bastoncini da camminata (suggeriti ma non indispensabili)
- kit medico personale (cerotti, telo termico… ecc… semplice buona abitudine)
La guida racconta:
L'ambiente che si fruisce ha caratteristiche ibride di mare e montagna: il terreno è caratterizzato dalla macchia mediterranea e i suoi profumi che sanno di timo, santoreggia, rosmarino; i sentieri sono costellati di erica e corbezzoli.
La vegetazione accogliente non deve trarre in inganno perché il dislivello, pian piano viene accumulato ed è bene famigliarizzare con un concetto: l'Appennino ligure, di costa e del primo entroterra, è una montagna vera, piantata nel mare!
Il luogo può essere soggetto a vento e a intemperie ed è bene quindi non dare del "tu" alla natura.
...è bene però anche ricordare che il favorevole clima ligure, unico nel suo genere, con il bel tempo permette di camminare in maniche corte per tutto l'inverno e a chi lo desidera, anche un bagno fuori stagione, di certo non inusuale.
alpesisa
reixa
Genova